martedì 4 marzo 2014

Un viaggio, un sogno -La Digue Island - (parte 4)

Siamo arrivati al quarto appuntamento con La Digue...oggi si parla di ristoranti ed escursioni.

Ristoranti
Sull'isola sono presenti numerosi ristoranti..potete spaziare dalla cucina creola a quella italiana, assaggiare un buffet internazionale e persino gustarvi una pizza dignitosa.

Per una cena romantica con buon cibo...magari a buffet raccomando l'Island lodge. Si può cenare all'hotel anche se non si è ospiti. Aldo, il proprietario dell'Ylang Ylang ha prenotato più volte per noi le cene a buffet o à la carte.
Il buffet a bordo piscina
 all'Island Lodge
Qualità del cibo ottima, buffet di carne e pesce molto raffinati, la serata creola è imperdibile.
Atmosfera romantica...si cena in riva al mare a lume di candela.
Noi abbiamo festeggiato Natale, Capodanno e Pasqua con delle cene memorabili.
La spesa media è attorno ai 30/40 Euro a testa senza bevande.

Pizzeria Gregoire, accanto al supermercato.
Cena veloce...tradizionalmente per noi è la prima sera... Pizza buona e leggera. Consigliamo quella Seychellese con il pesce affumicato.
Pizza e bibita attorno ai 12 Euro a testa.

.
Da Tarosa al jetty.
Cena creola, semplice in un ambiente tipico
Cucina creola, piatti semplici. Un po' lento il servizio.
Il ristorante è stato rimodernato recentemente..prima era più spartano.
La qualità del cibo però ne ha risentito e i prezzi sono aumentati.
Vale comunque la pena di andarci per conoscere la Signora Tarosa...un vero personaggio,...tra le altre cose parla benissimo italiano!
Se volete ascoltare musica seychellese andateci il venerdì sera.
Piatto di pesce, bibita e mezzo antipasto (uno in due) attorno ai 20 Euro a testa (prima si spendeva molto meno).

Sull'isola ci sono numerosi altri ristoranti, i più rinomati sono Chez Marston, Zerof, L'Ocean...

Se alloggiate in self catering vi consiglio di provare il cibo da asporto del take away...con pochi euro avrete l'occasione di assaggiare piatti tipici seychellesi: pesce o pollo con riso e salse, sempre ottimo!

Supermercati e approvvigionamenti vari.
I supermercati più forniti sono tre.
Gregoire: si trova in zona Island Lodge, abbastanza grande, come gli altri super di La Digue vende un po'di tutto. Ha uno stile abbastanza occidentale.
Lo ricordiamo per le cassiere antipatiche.

Marston: di recente apertura, molto piccolo, ma bene fornito. Si trova proprio sulla strada principale, accanto a Chez Marston (dove c'è l'asilo).

Il terzo super, di cui non ricordo il nome, è più difficile da trovare, ma è molto ben fornito. Per raggiungerlo bisogna imboccare la prima traversa a sinistra dopo il jetty (viaggiando verso sud)...in pratica la via dell'Internet Point. Proseguendo sulla strada il super si trova circa 200 mt dopo a sinistra.

Acquisto di frutta e verdura: compratela nei banchetti che vedete per strada o in spiaggia dai rasta. Costa meno ed è buonissima.

Pane, dolcetti, acqua e snack: li trovate dal fornaio..il negozietto con le ante verdi nella viuzza accanto all'edificio della polizia. Ha orari un po' strani, ma i dolci sono deliziosi.

Pesce: si può comprare a poco prezzo dai pescatori, arrivano in porto all'alba, il mio consiglio è di farselo procurare da qualcuno..oppure fare come noi..con amo e canna da pesca!

Escursioni a piedi.
La vista dal nido d'aquila al tramonto
Oltre alle spiaggie è possibile fare trekking sui sentieri dell'isola. E' consigliabile farsi accompagnare da qualcuno, poichè, secondo quanto si dice, pare sia molto facile perdersi.


Raggiungere il nido d'aquila è abbastanza semplice, si può fare anche da soli, ma occorre avere buone gambe e fiato. La salita lungo la strada dura circa un'ora, poi, oltrepassato il bar Bellevue bisogna proseguire nel sentiero. Una volta giunti in cima si gode di una vista impagabile.

Restando al livello del mare invece è possibile visitare la Veuve Reserve, cioè la riserva naturale riservata al Paradise Flycatcher, un volatile molto raro che vive sull'isola. L'ingresso è libero, è presente anche un info point aperto durante il giorno.
Guardate in alto...ci sono i ragni delle palme con le loro immense tele.
E più su ancora, a testa in giù, le faccine simpatiche delle volpi volanti.

Escursioni in bicicletta.
Come già spiegato in precedenza la bicicletta è un mezzo di trasporto indispensabile per spostarsi da una spiaggia da un'altra.
Può anche essere utilizzata per piacevoli escursioni nell'entroterra dell'isola.
Un itinerario poco impegnativo e molto caratteristico è l'anello che partendo dal jetty e proseguendo fino all'Union conduce nella zona più nuova dell'isola, quella degli impianti sportivi, per poi addentrarsi nella foresta e ricongiungersi alla strada che conduce a Grand Anse. A questo incrocio basta svoltare a sinistra e a quello successivo proseguire a destra lungo la salita. Così facendo potrete ammirare la zona collinare di La Digue, passare davanti all'hotel Chateau St. Claud e scendere al jetty lungo la strada principale.

Le escursioni via mare sono splendide e imperdibili.


Sister Island
Noi siamo usciti più volte in barca con Roger, proprietario del Sombrero. Yleen, la moglie di Aldo, ha organizzato per noi tutte le escursioni, ci siamo sempre trovati benissimo ed abbiamo avuto la barca a nostro uso esclusivo.

Assolutamente da fare: Sister Islands e Coco, con barbecue...un pranzo indimenticabile!

Da La Digue è possibile visitare anche Praslin spostandosi in giornata con il ferry e muovendosi a Praslin con un taxi o i bus locali.
A Praslin vale la pena di visitare Anse Lazio, molto suggestiva e scenografica ed Anse Georgette.
Per raggiungere quest'ultima è necessario effettuare una prenotazione via mail all'hotel Lemuria poichè essa si trova all'interno della poprietà dell'hotel.
Entrambe sono due spiaggie molto belle e caratteristiche, anche se, nel caso di Anse Lazio, un po' troppo "turistica".

Se invece siete amanti della botanica a Praslin potete visitare la Vallee de Mai, una splendida riserva naturale all'interno della quale crescono le palme del Coco de Mer.

Anche per oggi è tutto...vi aspetto la prossima settimana con l'ultima parte..
Grazie per avermi seguito fin qui...

Nessun commento:

Posta un commento