martedì 11 marzo 2014

Un viaggio, un sogno - La Digue Island - (parte 5)

Eccoci arrivati all'ultima parte di questo lunghissimo vademecum su La Digue...oggi vi posto gli ultimi dettagli e le indicazioni per organizzare il vostro viaggio.

Le nostre esche
Pescare a La Digue.
Se siete appassionati di pesca, questo è il posto per voi.
Dimenticate l'attrezzatura italiana, non basterà mai per la veemenza dei pesci seychellesi.
Per intenderci...gli ami per la pesca al bolentino sono fatti con il filo di ferro degli appendiabiti della lavanderia.
Il rapala più sofisticato viene sistematicamente snobbato da qualsiasi creatura marina.
Portatevi una canna molto robusta, del filo molto grosso, almeno un 40 e procuratevi sin dal primo giorno degli sgombri appena pescati per le esche.
Gli sgombri diventeranno i vostri migliori amici per il resto della vacanza, vi faranno felici...vostra moglie un po' meno, ma potrete farvi perdonare quando le cucinerete un job fish appena pescato.
Uscita in barca per la pesca al bolentino.
Il nostro pescato.
A La Digue potete pescare ovunque, ma non dal jetty. Da riva si prende bene, soprattutto nella zona antistante l'Union. Basta lanciare oltre la barriera corallina ed usare sempre come esca gli sgombri (che nel frattempo avranno infestato il vostro frigorifero).

Se siete dei veri appassionati dovete provare la pesca al bolentino...divertentissima e di grande soddisfazione. Si pesca a mano con un filo di nylon molto grosso cui è attaccato un amo con il pezzo di sgombro. Il filo viene lasciato cadere abbastanza a fondo..bisogna essere molto bravi a sentire quando il pesce mangia e allora dare il colpo secco per farlallamarlo.

La cena...
Si può prendere di tutto un po', dal branzinetto al tonno, job fish e polpi... 
Questa è un'escursione sconsigliata per chi soffre il mal di mare e ...si spaventa facilmente! A noi ha abboccato uno squalo di circa 1mt e 70...è riuscito a spaccare la montatura, non so davvero come avremmo fatto a issarlo sulla barca!



Fotografie.
Anse Source d'Argeant
Ogni angolo offre inquadrature da sogno.
Il mare, il granito, la spiaggia, le palme.
Fiori, frutti ed animali.
Salite sul Nido d'aquila.
Andate ad Anse Cocos.
Se siete dei ritrattisti avrete un sacco di lavoro da fare...le donne e i bambini seychellesi sono di una bellezza rara.
Scattate, scattate a più non posso.
Ascoltate il rumore del mare, annusate il profumo dell'ylang ylang, il gracchiare delle rane all'alba, il silenzio della foresta nella notte.
Custoditele nel cuore.
Le porterete sempre con voi.

Consigli...cosa portare e non dimenticare!
- crema solare ad alta protezione..anche se non sembra serve almeno una 50!;
- magliette con filtro solare. In vendita da Decathlon, sono utilissime per fare snorkelling senza scottarsi;
- maschera, boccaglio ed eventualmente pinne;
- repellente per zanzare tipo Autan e Baby Olio, applicatelo al tramonto...i sand flies non vi pungeranno!;
- zampironi e pastigliette varie per il bungalow;
- torce da testa, indispensabili per uscire in bici la sera....non esiste illuminazione pubblica;
- adattatore di corrente elettrica;
- un kway per gli acquazzoni improvvisi

Altri consigli pratici:
- cambiate i soldi in rupie...se pagate in euro ci rimettete sempre;
Un bue al pascolo
- fate attenzione in bici sia di giorno che di notte. Si circola all'inglese. Spesso i seychellesi si spostano al buio senza pila, fate attenzione! Sulla strada potete incontrare cani, galline, bambini e persino mucche comodamente sdraiate...
- approfittate della cassaforte in camera, fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio;
- calcolate bene i tempi di percorrenza per i transfer e tenete sempre in considerazione le condizioni del mare.
- andate a messa alla domenica...noi abbiamo assisitito ad una messa di mezzanotte a Natale bellissima ed alquanto pittoresca!
- andate al jetty al trasmonto ed ammirate lo spettacolo del mare...

Questo è tutto, se volete leggere le mie recensioni su La Digue andate qui:
http://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g477968-d1132434-r157063479-Self_catering_Ylang_Ylang-La_Digue_Island.html#CHECK_RATES_CONT
http://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g477968-d1132434-r127969346-Self_catering_Ylang_Ylang-La_Digue_Island.html#REVIEWS

Se invece avete intenzione di visitare l'isola potrebbero interessarvi questi siti:

Ente italiano turismo seychellese:
www.seychelles.travel/it/home/index.php?rc=1‎

Sito ufficiale isola di La Digue
http://www.ladigue.sc

Compagnie aeree:
http://www.emirates.com/it
http://www.ethiad.com/Milano
http://www.flyethiopian.com
http:/www.qatarairways.com/it

Air Seychelles (x volo interno)
http://www.airseychelles.com/it/home/

Cat Cocos
http://www.catcocos.com

Trasferimento privato in elcottero
http://www.mymapofseychelles.com/seychelles_helicopter_flights.html

Self Catering Ylang Ylang
http://www.selfcateringylangylang.sc/

Se siete arrivati fino qui grazie per avermi seguita e buon viaggio!
E' stato bellissimo scavare nei ricordi e mettere nero su bianco le impressioni e le emozioni che l'isola dei miei sogni ha lasciato nel mio cuore.

Nessun commento:

Posta un commento